Archivio per Categoria Biancheria casa

DiStaff

Brand della biancheria per la casa

La biancheria per la casa può essere distinta in biancheria per il letto, biancheria per il bagno e biancheria per la cucina ; con questo articolo andremo a vedere come sono composte le categorie e quali sono i miglior brand per ogni settore.

 

I brand di Biancheria per il letto e per il bagno

La biancheria per il letto si compone di una serie di lenzuola adatte per letto singolo o per letto matrimoniale, spesso in parure che comprende lenzuolo di sotto lenzuolo di sopra e federa coordinati. Le lenzuola possono essere bianche semplici o ricamate oppure stampate in colori e fantasie piu’ vivaci. I tessuti da preferire per le lenzuola sono il cotone e il lino; i brand leader nel settore sono Zucchi e Bassetti da sempre conosciuti per la qualità dei loro prodotti . Completa la dotazione un copriletto, una coperta o una trapunta o un piumino letto. La coperta deve essere di lana vergine e nel settore delle coperte il brand leader che garantisce assoluta qualità è Somma, la trapunta può essere imbottita in piume o altri materiali colorata o coordinata a una parure di lenzuola. La biancheria per il bagno si compone di numerosi set di asciugamani in spugna colorati o bianchi, spesso completa il set di asciugamani anche il telo bagno o l’accappatoio in coordinato. Anche per la biancheria bagno è preferibile l’utilizzo di fibre naturali quali il cotone. Caleffi è il brand piu’ conosciuto per i copriletti, le trapunte e per la biancheria bagno caratterizzata da morbida e superassorbente spugna di cotone.

 

I brand di  biancheria da cucina

Nella biancheria da cucina rientrano i tovagliati e i canovacci. Le tovaglie che compongono la biancheria da cucina sono realizzate in varie versioni, per sei persone e per dodici persone solo le piu’ comuni, sono complete di tovaglioli e possono essere in cotone resistente e colorato ma anche in lino e fiandra, riservate alle feste e alle occasioni importanti. I canovacci , indispensabili in cucina generalmente sono in numero di sei o di suoi multipli; i canovacci di buona qualità sono di dimensioni generose e di ottimo tessuto di cotone o di spugna, i colori devono essere resistenti al lavaggio. Nel settore della biancheria per la casa oltre alla Zucchi e alla Cassera esistono altri brand di assoluta qualità quali Borbonese e Gmz.

DiStaff

Piumino letto: Cambio di stagione lavaggio e manutenzione

 

Anticamente si usavano le coperte o le pesantissime trapunte in lana che sono state sostituite ai giorni nostri dal piumone e soprattutto dai leggerissimi e caldi piumini da letto. Con l’avvicinarsi della bella stagione però arriva il momento di riporre il nostro piumino per letto invernale e sostituirlo con una coperta o un piumino per letto piu’ leggero, adatto alle mezze stagioni, di seguito daremo alcuni consigli per eseguire al meglio la manutenzione del nostro piumino per letto, come lavarlo e come conservarlo per ritrovarlo come nuovo il prossimo inverno.

PIUMINO LETTO- IL LAVAGGIO

Il lavaggio del piumino per letto  può essere effettuato ,   senza rischiare di rovinarlo,   una volta all’anno, pertanto è ovvio che il momento migliore per effettuare questo lavaggio è senz’altro il cambio  di stagione,  la piuma che costituisce  l’imbottitura del piumino per letto non patisce le  alte temperature ma, al contrario, queste potrebbero danneggiare la fodera del nostro piumino per letto, pertanto consigliamo un lavaggio leggero  con acqua e detersivo delicato o sapone di marsiglia, e, per non rischiare di rovinare il tessuto del nostro piumino per letto, la temperatura deve essere  contenuta tra i cinquanta ed i sessanta gradi. Dopo abbondanti e ripetuti risciacqui il piumino per letto deve essere fatto asciugare all’aria aperta evitando l’esposizione diretta al sole, si può anche procedere all’asciugatura nell’asciugatrice a patto però che si selezioni, per l’asciugatura del piumino per letto,  una temperatura  media.Si consiglia di riporre il piumino per letto, lavato ed asciugato, in un luogo asciutto e riposto  chiuso   in una sacca di cotone, sono da evitare le scatole ermetiche ed i sacchetti  di plastica.

PIUMINO PER LETTO- LA MANUTENZIONE PERIODICA

Durante l’utilizzo stagionale del piumino per letto è consigliabile eseguire periodicamente alcune operazioni destinate a mantenere il piumino per letto nella condizione migliore per l’uso. Le operazioni da eseguire per assicurare una corretta manutenzione del piumino per letto sono: la  frequente sprimacciatura del piumino per letto che deve essere eseguita  scuotendolo delicatamente, quindi a seguire  esporre il piumino per letto all’aria , questa operazione favorisce il rigenerarsi delle piume,  è possibile togliere l’eventuale polvere dal piumino per letto  spazzolando leggermente con una spazzola morbida; è da evitarsi assolutamente l’operazione di sbattere con forza il piumino per letto; questa manovra potrebbe oltre a rovinare il tessuto esterno causare danni all’imbottitura.

 

DiStaff

Impara a selezionare asciugamani e biancheria da casa

Molti di noi hanno troppi articoli negli armadi.

Asciugamani che restano lì nel caso in cui abbiamo un sacco di ospiti, o nel caso in cui abbiamo bisogno di extra per la spiaggia, o di ricambio per il nuoto – Lenzuola, copriletto piumini letto e biancheria da letto in generale che sono stati relegati sul retro della credenza perché l’anno scorso è stato ridecorato e non si abbina più – ma è troppo bello da buttare via – e naturalmente quegli asciugamani che non useresti più perché sono così vecchi e malconci, ma non riesco ad affrontare il lancio ….

Suona familiare?!

Ora è il momento di sistemare le cose una volta per tutte!

Come sempre, è più facile se segui un metodo  per l’organizzazione degli spazi, e ho affrontato il mio armadio della biancheria come un esempio che spero ti aiuti un po!

Quindi iniziamo…

Lascia che ti presenti alla mia credenza di biancheria! – È un piccolo armadio ricavato in un’alcova che si trova in cima alle scale sul pianerottolo.

Ho scelto questo posto perchè ritengo che sia il migliore per riporre lenzuola e asciugamani poiché è accessibile a tutti in modo rapido e semplice. È nel centro della casa in modo da poter afferrare la biancheria da letto la notte se c’è stato un incidente (queste cose accadono soprattutto con i bambini piccoli!) E non svegliare nessuno. È anche possibile prendere un asciugamano andando in bagno, se necessario.

 

Ci sono solo due scaffali, ma idealmente questo significa che devo essere severo su ciò che tengo, e quanto tengo lì dentro … Come puoi vedere, negli ultimi mesi le cose si sono lentamente infiltrate lì dentro e non c’è abbastanza spazio per altro (anche se ci sono almeno 5 asciugamani che vengono lavati …). È tempo di fare un po di scarto!

Valuta con obiettività la tua biancheria

L’unico modo per vedere quello che hai, e capire a cosa ti serve – è quello di ottenere tutto ciò che è stato memorizzato al momento. In questo modo puoi vedere lo spazio che hai a disposizione e elaborare un piano d’azione prima di iniziare davvero a metterti al lavoro.

È ora che dovresti chiederti se questo è il posto migliore per la tua biancheria. Come detto prima, li ho sul mio pianerottolo – e questo tende ad avere senso per la maggior parte delle persone – ma altre opzioni sono di avere letti nella stanza giusta, e gli asciugamani nella credenza del bagno, o avere una coperta inscatolata in una camera degli ospiti stracolma di ogni oggetto.

Qualunque cosa funzioni per te e la tua famiglia è perfetta! – ma ora determina cosa e dove si trova.

Ora è anche il momento di chiederti cosa hai realmente bisogno in un mondo ideale per la tua famiglia. La mia regola generale è di avere 2-3 asciugamani a persona, 2 set di biancheria da letto per letto, 2 asciugamani per ogni bagno in casa e asciugamani di ricambio per gli ospiti (avere 1-2 a persona per la quantità media di ospiti che avere in qualsiasi momento).

La ragione per avere più di un set di biancheria da letto e più di un asciugamano di ogni tipo è che ne hai uno nel lavaggio e uno in uso. In quanto tale, in realtà, hai solo bisogno di spazio per memorizzare 1 di ogni tipo in realtà – così puoi vedere quanto poco spazio puoi scartare se sei veramente severo con quello che devi conservare!

Con tutto questo in mente, è tempo di guardare le cose reali che hai …

Una volta che hai deciso dove conservare la tua biancheria, e di quanta ne hai effettivamente bisogno – è tempo di fare un grosso scarto dei prodotti di biancheria che non usi.

Un elenco potrebbe essere questo:

  • Biancheria da letto vecchia / usurata o macchiata
  • Biancheria da letto che non s’intona più con l’arredo
  • Biancheria da letto che non si adatta a nessun letto in casa
  • Biancheria da letto che non si adatta correttamente
  • Biancheria da letto scomoda (odio le lenzuola di seta!)
  • Asciugamani vecchi / usurati o macchiati
  • Asciugamani che non usi affatto

 

 

 

DiStaff

Coordinati per lettini

COORDINATI PER LETTINI:   PERCHE’ SCEGLIERLI

La principale attività di un bambino è il dormire, perciò ogni mamma comprenderà quanto sia importante assicurare al proprio piccolo  un sonno confortevole;  inoltre  è  provato che il riposo   in un ambiente armonico contribuisce  a favorire una crescita sana,  equilibrata e serena; ecco quindi  l’importanza di scegliere coordinati per lettini  che integrandosi ed armonizzandosi con gli elementi della cameretta,  contribuiranno oltre  a rendere piu’ bello visivamente il lettino anche ad assicurare un giusto riposo al bimbo.

 

COORDINATI PER LETTINI:  I COLORI LE FANTASIE

Sono disponibili attualmente in commercio coordinati per lettini di molteplici colori ed innumerevoli fantasie ,  sicuramente i colori piu’ gettonati sono i tradizionali rosa per le femminucce e celeste per i maschietti, ma sono anche disponibili in commercio coordinati per lettini in una  nutrita gamma di colori dai piu’ classici  ai piu’ attuali, come alcune tonalità di grigi,  questi coordinati per lettini  sono in grado di soddisfare le  esigenze delle mamme sotto tutti i punti di vista, importantissimo prima di scegliere  però  è assicurarsi oltre che della qualità del tessuto  anche della sicurezza ed atossicità dei colori.

 

COORDINATI PER LETTINI: I TESSUTI  E I BRAND

La cameretta può essere considerata  il primo mondo  che conosce in nostro bambino;  è il luogo dove lui dorme trascorrendo gran parte del suo tempo ed il luogo nel quale si risveglia, da qui nasce l’esigenza  che  tutto intorno a lui sia armonico,, ecco perchè la mamma dovrà porre il massimo dell’attenzione nella scelta dei tessuti  che devono essere rigorosamente naturali; su mercato sono presenti alcuni brand che garantiscono sia l’uso  nella loro produzione di tessuti naturali  che   l’utilizzo per le colorazioni di colori biologici, assolutamente atossici.  I brand piu’ conosciuti ed apprezzati sul mercato sono Erbesi, Picci e Cuore di mamma, questi brand sanno soddisfare le esigenze sia della mamma  che del bimbo.

Sotto il Cavolo di Arcidiacono e Brela.
Via del Sugheraio n.53/55 – Zona Industriale
58022 Follonica (GR) – PI 01158280535

Tel./Fax (+39) 0566.41666

Tel (+39) 0566.262368

Mobile (+39) 349.4104998

E-mail: info@sottoilcavolo.com

DiStaff

IL COPRILETTO LE SUE FUNZIONI

 

Il copriletto è   un capo di tessuto che, come dice la parola stessa, in origine aveva principalmente la funzione di  coprire e proteggere la ben piu’ costosa biancheria da letto. Questo, appunto in origine, perchè nel corso del tempo il copriletto ha assunto un ruolo via via piu’ importante sino ad arrivare ai giorni nostri in cui i tessuti e i colori hanno modificato la funzione principale del copriletto  che è diventata  quella di abbellire il letto,  in certi casi sostituire la coperta,  e inoltre a   dare un tocco in piu’ all’arredamento della zona notte.

 

IL COPRILETTO- I TESSUTI

Come abbiamo già accennato inizialmente il ruolo del copriletto era di proteggere la biancheria del letto, quindi presumibilmente   il tessuto non era particolarmente ricercato anzi l’unica qualità doveva essere la resistenza ai ripetuti lavaggi.  Assistiamo, al giorno d’oggi, ad una grandissima varietà di offerta per quanto riguarda il copriletto, a cominciare da una grande gamma di fantasie floreali, geometriche e astratte, troviamo inoltre la tinta unita o il copriletto in coordinato con le lenzuola o i tendaggi. Il copriletto può essere realizzato in tantissimi tessuti, a cominciare dal cotone, passando per il raso, la seta e il damasco, per arrivare al limite anche alla pelliccia (generalmente di mucca o di coniglio).

IL COPRILETTO-  CONSIGLI PER L’ ACQUISTO

In commercio esistono svariate proposte per l’acquisto del copriletto; innanzitutto occorre distinguere il tipo di copriletto al quale si è interessati se si vuole acquistare un copriletto ad una piazza, per un letto matrimoniale o per un lettino. Poi occorre anche valutare se il copriletto è destinato alla stagione estiva, o a quella invernale, in tal caso sarà possibile anche valutare l’acquisto di un copriletto trapuntato, che può sostituire, almeno durante i primi freddi autunnali, la coperta. Esistono in commercio tantissime proposte dalle piu’ economiche che riguardano il semplice copriletto di cotone fino ad arrivare all’esclusivo copriletto dipinto a mano, importante, anzi essenziale, nell’acquisto di un copriletto è il tessuto usato e la modalità di lavaggio. Il tessuto deve poter sostenere anche il semplice lavaggio in lavatrice per evitare in seguito il costoso ricorso alla lavanderia.

Scritto gratuitamente dallo staff di:

Carillo Biancheria – Via Provinciale Passanti – Vico Poesia, 16 80047 San Giuseppe Vesuviano (NA)

P.Iva: 04647311218 n. iscrizione Rea NA – 709817 https://www.carillobiancheria.it/